Il “Campo de li Giochi”

L’impianto di via Nazario Sauro, oggi intitolato ai due grandi della Quintana, Marcello Formica e Paolo Giusti, venne completato nel 1929, anno VII dell’era fascista, ed inaugurato l’anno successivo come Stadio del Littorio.
Nel 1936 venne intitolato a Dandolo Gramellini, folignate che cadde in combattimento durante la “guerra di Spagna”.
Dopo la Liberazione divenne semplicemente Stadio Comunale e scomparve il busto dedicato a Gramellini che si trovava all’ingresso.
Durante la lettura del Bando, veniva chiamato “Campo de li Giochi” fin dal 1946, ma è solo di recente che ha assunto questa denominazione in via ufficiale.
Fino al 1983, anno in cui venne completato il nuovo Stadio Comunale in Loc. Santo Pietro, oggi dedicato ad Enzo Blasone, la Quintana ha condiviso l’uso del campo con il Foligno Calcio, ragion per cui i cavalli dovevano galoppare sull’erba e su un terreno facilmente allentabile dalle piogge, causa di numerose e a volte drammatiche cadute.
Nonostante il trasferimento del Foligno Calcio nel nuovo impianto, l’uso promiscuo del vecchio stadio proseguirà fino alla fine degli anni ’90 per l’utilizzo del campo da parte di squadre minori.


 

collage5

Conseguito finalmente l’uso esclusivo del terreno per la Giostra della Quintana, si sono potute apportare importanti modifiche al circuito di gara: la pista è in terra battuta, sopraelevata rispetto al resto del campo e con le curve leggermente paraboliche, condizioni che hanno permesso di raggiungere tempi di Giostra mai registrati prima e di limitare notevolmente le cadute, che erano invece frequenti negli anni precedenti.

Attualmente, oltre alla Giostra, vi si svolgono le due sessioni di Prove Libere che anticipano la Sfida e la Rivincita, nonché la sessione di Prove Ufficiali che apre il periodo quintanaro sia a giugno sia a settembre.

Il Campo de li Giochi ha una capienza di circa **** spettatori ed è suddiviso in vari settori.

Il palco dei figuranti, rammodernato di recente, è esclusivamente riservato alle rappresentanze rionali ed al Comitato Centrale, mentre la così detta “Gradinata” è laddove si possono distinguere i dieci comparti tendenzialmente riservati ai popolani dei dieci rioni cittadini.
Diametralmente opposta rispetto al palco dei figuranti è situata la rinnovata Tribuna Palestra, dalla quale si può apprezzare la Giostra in una prospettiva verticale.
Chiude il cerchio la zona più densa del Campo, ovvero la Tribuna principale, suddivisa a sua volta in differenti segmenti: la zona riservata alle autorità civili e religiose, la Tribuna Centrale, che permette di godere di una visuale perfetta dell’otto di Giostra, le Tribune laterali e la Tribuna Campo, che alla stessa maniera consentono di ammirare comodamente le gesta dei nobili Cavalieri della Quintana di Foligno.

collage nuova pista

In foto: la nuova pista dopo la trasformazione definitiva del tracciato (2016). Per maggiori info clicca qui!


 

Il Campo de li Giochi è il luogo deputato alla festa, quello in cui si consumano attese e passioni, in cui si confrontano perizia e agonismo, in cui affrontano amore e potere…


 

Vuoi riservarti un posto per la prossima Giostra della Quintana?
Clicca qui e componi il form…

http://www.quintana.it/quintana-foligno/index.php?option=com_jforms&view=form&id=1&Itemid=96