Il Rione Croce Bianca

La contrada di Via Butaroni deriva il proprio nome dall’antico “Rione Croce”, su cui tuttavia oscura cinge l’ombra dell’originaria denominazione.
Attualmente è il Rione che vanta il maggior numero di trionfi al Campo de li Giochi nella Giostra della Quintana, annoverando ben 22 Palii esposti presso il piano nobile della sede rionale…


 

Il Rione Croce Bianca, oltre ad essere il Rione con maggior numero di successi al Campo de li Giochi, può vantare anche il trionfo nei due appuntamenti storici della Quintana.

Al Rione Croce Bianca viene infatti accreditato anche l’unico palio antico di cui si abbia documentazione dettagliata, quello del 1613, vinto dal cavaliere Bartolomeo Gregori nell’allora Piazza Grande di Foligno in occasione dello Stimolo Generoso di Virtute, e nella prima giostra della Quintana Moderna rievocata nel 1946 ottenuta grazie al cavalier “Fedele” Messer Gian Livio Sorbi.

Alcune delle vittorie più importanti  sono quelle che risalgono al 1956 grazie a Marcello Formica su Piccolo (Decennale dalla prima Giostra moderna), la doppietta di Mauro Mazzocchi su Bolero IV nel 1986 (Quarantennale, e ritorno alla vittoria dopo 26 anni di attesa per il Rione Croce Bianca) e al 1996, in occasione del Cinquantennale, per mano di Messer Gianluca Chicchini in sella a Great Gallery.collLe ultime vittorie risalgono agli anni recenti, grazie al plurivittorioso cavaliere Daniele Scarponi, capace di ridestare il popolo biancorosso da un torpore d’attesa durato ben 13 anni nel settembre del 2009, per poi riportare ben cinque allori totali  (2009R, 2010S, 2012S, 2012R, 2014R)  montando quattro differenti cavalli in Via Butaroni negli ultimi sei anni, ovvero fino all’ultima Giostra per ora disputata nel Settembre 2014.

Il rione vanta così 23 pali vinti, di cui 22 nell’era moderna.