Giostra,  in evidenza,  Scuderia

La nostra rivincita

foto Vanessa Raiola

Il vespro settembrino si tinge dei colori biancorossi del rione Croce Bianca, è stato Il Fedele Massimo Gubbini ad alzare al cielo stellato sopra Foligno, il prezioso Palio della Giostra della Quintana.

Il popolo crocebianchino è esploso in una gioia incontenibile al Campo de li Giochi e si è riportato nella sede di via Butaroni il 23° trofeo quintanaro. (Cit, Claudio Bianchini, www.tuttogginfo.it, 16-9-2019)

La più bella vittoria di sempre, è quella che arriva a settembre 2019 alle Scuderie del Rione Croce Bianca, una Vittoria che mancava da cinque anni, quando a vestire i panni del Fedele era Daniele Scarponi su Woman in Rose.

Una vittoria sofferta, sfumata a giugno a causa dell’infortunio di Super Magic e recuperata a settembre con un debutto della stessa in grandissima forma.

Nei mesi estivi un accurato lavoro di cura e allenamento ha permesso il pieno recupero della cavalla sul piano fisico ed emotivo: con quella forza d’animo che contraddistingue la nostra squadra di Scuderia, che continua a crederci anche quando tutto sembra perduto, siamo scesi al campo De li Giochi il 15 settembre con un binomio che, senza false modestie, ha sfiorato la perfezione!

Una caparbietà, quella di Manuele Nacca, Responsabile della Commissione Tecnica e di Massimo Gubbini, cavaliere di Giostra, che ci permette di andare avanti sempre, nonostante tutto, cechi dinanzi le difficoltà e gli imprevisti, una determinazione innata tale da consentire di portare a casa la nostra Rivincita!

Una rivincita che ci ripaga degli sforzi fatti dal punto di vista economico e progettuale e che ci fa guardare al futuro con entusiasmo e soddisfazione.

foto Vanessa Raiola

In lotta fino all’ultimo centesimo di secondo.

Chi è quintanaro vero sa che  la quintana non finita fino a quando… non è veramente giunta al termine! E quello di settembre è stato un caso emblematico con la performance dell’Audace del Rione Spada, in sella a City Hunter, che alla prima tornata si classifica primo con un 52 e 41 per poi passare ad un 53 e 89 nella seconda tornata. Eppure tanto non è bastato quando hai all’inseguimento un gladiatore come Massimo Gubbini, pronto a spingere fino alla fine senza mollare mai, ed eccolo, il sorpasso, quella manciata di centesimi, 7 per l’esattezza, importantissimi per portare a casa la vittoria!

foto Vanessa Raiola

Chi sta dietro?

1° Rione Croce Bianca, Massimo Gubbini su Super Magic, con un totale di 2:39:48!;

2° Rione Spada, Daniele Scarponi su City Hunter, totale 2:39:55;

3° Rione Pugilli, Pierluigi Chicchini su Edward England, totale 2:40:00;

4° Rione Cassero, Luca Innocenzi su Guitto, totale 2:40:58;

5° Rione Badia, Cristian Cordari su Agnesotta, totale 2:40:86;

6° Rione La Mora, Mattia Zannori su Macchia d’Olio, totale 2:41:39; 

7° Rione Giotti, Alessandro Candelori su Annaurora, totale 2:42:51;

8 °Rione Morlupo, Lorenzo Paci su Lanunio (ritirato seconda tornata);

9 ° Rione Contrastanga, Daniele Ravagli su Invincibile Fong; 

10° Rione Ammanniti, Marco Diafaldi su Provaci Piccola.

Translate »